X

Ciclo Mestruale

Il ciclo mestruale è una serie di cambiamenti fisiologici periodici che avvengono quando la donna raggiunge il suo sviluppo sessuale. Ogni mese nell'ovaio della donna si “stacca” un ovulo che si prepara, migrando all’interno dell’utero, ad essere fecondato (in questa fase l’endometrio prolifera): se ciò non avviene, l’ovulo viene espulso assieme al tessuto endometriale, dando origine alla mestruazione. Questo processo avviene tramite l’azione di due ormoni protagonisti, gli estrogeni ed il progesterone: i primi sono presenti maggiormente nella fase proliferativa (o follicolare), mentre il secondo prevale nella fase dopo l’ovulazione ed è necessario per preparare l’utero ad accogliere una gravidanza.

La prima mestruazione è chiamata menarca. La durata del ciclo mestruale è soggettiva, varia di donna in donna, ed è molto influenzata dallo stato di salute, dall’alimentazione, dallo stress, dal clima e da altri fattori; per alcune il ciclo è regolare, per altre meno.

Il ciclo mestruale si divide in diverse fasi:

  1. La prima fase è chiamata “fase proliferativa” ed ha una durata di circa 6 – 14 giorni; in questa fase, in seguito a stimoli ormonali, l’endometrio si inspessisce arricchendosi di molte sostanze nutritive, creando un ambiente favorevole agli spermatozoi.
  2. Dopo quattordici giorni inizia la seconda fase, chiamata “ovulazione”. Quando è maturo, il follicolo sviluppatosi nella fase precedente si rompe e l’ovulo esce dall’ovaio per entrare nelle tube. Se l'ovulo non viene fecondato dallo spermatozoo entro 24 – 48 ore, muore e viene espulso.
  3. Ha inizio quindi la terza fase, quella “secretiva”, in cui l’endometrio si sfalda e viene espulso, dando origine alla mestruazione, che può durare dai 3 ai 7 giorni.

Separatore girasoli rosa

Apparato riproduttivo femminile

L’apparato riproduttivo della donna è un insieme di organi volti a produrre cellule uovo e ormoni sessuali, costituito da genitali interni ed esterni. Tra gli organi interni ci sono la vagina, la cervice uterina, l'utero, le tube di Falloppio e le ovaie, mentre fanno parte degli organi esterni le piccole e grandi labbra, le ghiandole di Bartolini, il monte di Venere e la clitoride.

Apparato riproduttivo femminile

La vagina è un canale che mette in comunicazione l’utero con l’esterno.

Cervice uterina

La cervice uterina è conosciuta anche come “collo dell’utero” e collega la vagina alla parte più bassa dell’utero.

Utero

L’utero è l’organo più grande presente nell’apparato riproduttivo femminile, costituito principalmente da muscoli, e la cui funzione è quella di accogliere il feto in seguito alla fecondazione dell’ovulo, fino alla nascita. Proprio nell’utero è presente l’endometrio, tessuto che lo riveste internamente e che cresce e si inspessisce durante la fase proliferativa del ciclo mestruale.

Tube di Falloppio

Le tube di Falloppio sono il collegamento tra le ovaie e l’utero, sono due e sono simmetriche: la loro funzione è quella di condurre l’ovulo all’interno dell’utero.

Ovaie

Infine, le ovaie secernono gli ormoni sessuali femminili (estrogeni e progesterone), fondamentali nel processo riproduttivo e producono le cellule uovo (ovociti) che segue un processo di maturazione fino alla fase dell’ovulazione.

Separatore girasoli rosa

Ciclo endometriale

Il ciclo endometriale consiste in un inspessimento dell’endometrio, che avviene ciclicamente durante il periodo fertile della donna, in seguito a stimoli ormonali ben precisi, per preparare l’utero all’impianto di un uovo.

Il ciclo si divide in due fasi in cui lo spessore dell’endometrio cambia. Nella prima fase, l’endometrio si inspessisce e i vasi sanguigni nutrono maggiormente il tessuto fino ad arrivare alla seconda fase, in cui l’endometrio raggiunge il suo massimo spessore (circa 10-14 mm); in assenza di concepimento, la concentrazione degli ormoni cala e l’endometrio si sfalda, dando origine al ciclo mestruale.