X

News

Sono 90 milioni le coppie nel mondo con problemi di fertilità

Secondo i dati emersi durante il 75° Congresso di Pediatria, le coppie che hanno problemi di fertilità a livello mondiale sono 90 milioni e l’Italia è all’ottavo posto per il ricorso alla Procreazione Medicalmente Assistita (PMA).

Anche il tasso di fertilità mondiale è in calo negli ultimi anni. Persino in Africa, dove resta sempre il più alto, il numero di nascite per donna è crollato da 5,1 nel 2000-2005 a 4,7 nel 2010-2015.

In Europa sono 25 milioni le persone che soffrono di infertilità e il vecchio continente è quello che fa maggiormente ricorso alle tecniche di fecondazione assistita. I dati mostrano che si è passati dai 100mila cicli del 1995 ai 700mila del 2014.

Tuttavia, secondo gli esperti, le tecniche di fecondazione assistita hanno una percentuale di successo del 30% e non arriveranno mai a curare la sterilità al 100%.

Oltre alla presenza di patologie, quali ad esempio endometriosi e sindrome dell’ovaio policistico, anche il fattore età incide sulla fertilità: man mano che si invecchia è sempre più difficile concepire.

Infine, anche motivi sociali ed economici sono responsabili del calo delle nascite globale, in quanto portano la coppia a rinviare sempre più in là la ricerca di una gravidanza.

Secondo Eleonora Porcu, Professoressa di Ginecologia all'Università di Bologna, le tecniche di laboratorio sono utili quando si hanno patologie che influenzano negativamente il concepimento, ma non si può pensare che siano la risposta alla denatalità.

Fonte: ANSA SALUTE