X

News

A causa dei dolori mestruali si sta a casa 9 giorni all’anno

Per i dolori mestruali 9 giorni di assenza l'anno dal lavoro e da scuola

Secondo una ricerca olandese pubblicata quest’estate sul British Medical Journal i dolori mestruali comportano un’assenza da scuola o dal lavoro di circa 9 giorni all’anno.

Lo studio ha preso in esame un campione di circa 34.000 donne e ha rivelato che una donna su sette si assenti dal lavoro o da scuola a causa dei dolori durante il ciclo mestruale.

Di queste donne il 3% ha dichiarato che l’assenza si verifica regolarmente ad ogni mestruazione, ma solo una su cinque comunica al datore di lavoro la vera ragione dell’assenza.

La ricerca ha sottolineato il fatto che prevalentemente sono proprio le donne sotto i 21 anni ad assentarsi da scuola (o dal lavoro), dato tre volte superiore rispetto a quello delle donne di età maggiore.

L’assenza dal lavoro è legata anche ad un calo di produttività, confermato dall’81% delle donne intervistate. «Le donne hanno dichiarato di non essere produttive come al solito, soffrono di mal di testa e non riescono a concentrarsi» ha affermato Theodoor Nieboer, uno degli autori della ricerca e ginecologo al Centro medico dell’università di Radboud, in un’intervista alla CNN.

Sempre secondo Nieboer, “c’è bisogno di parlare più apertamente delle conseguenze sul lavoro dei sintomi del ciclo mestruale, e i datori di lavoro devono essere più aperti su questo tema con le dipendenti”.

In un articolo apparso sul quotidiano Il Messaggero, che riporta la notizia dello studio, si documenta anche che in Italia il congedo mestruale non è riconosciuto per legge, come invece accade in paesi come Vietnam, Corea del Sud, Taiwan e Cina. In Giappone, la legge che lo riconosce è stata approvata 70 anni fa, nel 1947. Il 27 aprile 2016, è stata presentata in Italia una proposta di legge a riguardo, ma che non è mai stata approvata.

Fonte: ilmessaggero.it